it

Farina di pinoli siberiani

La farina, di colore latteo, è ottenuta da panelli risultanti dalla spremitura a freddo dei pinoli. Si tratta di un prodotto naturale unico nel contenuto proteico vegetale. Come i pinoli, anche la farina da essi ricavata contiene molte utili sostanze nutritive. La farina, contiene un raro mix di macronutrienti: alta percentuale di proteine vegetali ed un basso contenuto di grassi.

Contiene altresì antiossidanti e acidi grassi polinsaturi che riducono il livello di colesterolo “cattivo” nel sangue ed il rischio di malattie cardiovascolari. Indicata per le donne nel periodo della gravidanza e dell’allattamento, per i vegetariani e per gli atleti, in presenza di stress fisico e di ipovitaminosi e nelle affezioni dell’apparato circolatorio, respiratorio e cardiovascolare.

Impiego. Viene utilizzato in cucina come ingrediente in insalate e muesli nonché come base per la realizzazione di barrette e bevande proteiche, marzapane, pasta, frittelle, dolci e creme. Buon emulsionante di grassi, può essere utilizzato come addensante. Non contiene glutine. Si consiglia caldamente la ricetta delle frittelle di farina di pinoli e mele.

Prodotto: Panello ottenuto dalla macinazione dei semi di pino.

Valori medi per 100 g: proteine 19 g; grassi 7g; carboidrati 19 g.

Valore energetico: 215 kcal.

Tempi di conservazione: 12 mesi dalla data di produzione a temperature inferiori a +20C° e con un’umidità relativa non superiore al 70%.